Company Logo

Area Riservata

Facebook

UNA CASA ALLE GIOVANI COPPIE

Una casa alle giovani coppie ed altri nuclei familiari

 
 

La Regione si propone di soddisfare celermente a condizioni più agevoli di quelle di mercato, la domanda di servizi abitativi di particolari categorie di cittadini che non dispongono dell'ammontare necessario per accedere alla proprietà della prima casa.

L'obiettivo è favorire particolari categorie di cittadini nell'acquisto della prima casa con patto di futura vendita, dopo un periodo di locazione o assegnazione in godimento di massimo di 4 anni a canoni migliori di quello di mercato. Il prezzo viene determinato al momento della sottoscrizione del contratto di locazione o dell'atto di assegnazione in godimento con proprietà differita.

Le parti possono concordare la compravendita dell'alloggio anche prima della scadenza dei 4 anni di locazione o di assegnazione in godimento.

PUBBLICATO IN GAZZETTA UFFICIALE IL DECRETO SVILUPPO

28/06/2012
Bonus 36%, 50% e 55%, ecco le novità del Decreto Crescita
Piccolo vademecum su come cambiano le detrazioni fiscali per gli interventi di ritrutturazione e riqualificazione enrgetica degli edifici

 

Il Decreto Crescita e Sviluppo, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 147 del 26 giugno 2012, contiene novità importanti per l'edilizia, tra queste da segnalare le detrazioni fiscali per gli interventi di ristrutturazione e per quelli di effientamento energetico.

Vediamo di cosa si tratta.

Da ieri fino al 30 giugno 2013 è quindi possibile usufruire di una detrazione Irpef del 50% sulle spese per interventi di ristrutturazione e risparmio energetico con un tetto di spesa massimo di 96.000 euro.

Gli interventi a cui si applica il bonus fiscale comprendono l’installazione di impianti alimentati a fonti energetiche rinnovabili anche in assenza di opere edilizie.

Fino alla fine dell’anno le detrazioni 50% coesisteranno con lo sconto fiscale del 55%.


Il testo dell’articolo 11 del Decreto Crescita e Sviluppo

1. Per le spese documentate, sostenute dalla data di entrata in vigore del presente decreto e fino al 30 giugno 2013, relative agli interventi di cui all’articolo 16-bis, comma 1 del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, spetta una detrazione dall’imposta lorda pari al 50 per cento, fino ad un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 96.000 euro per unita’ immobiliare. Restano ferme le ulteriori disposizioni contenute nel citato articolo 16-bis.

2. All’articolo 1, comma 48, della legge 13 dicembre 2010, n. 220, dopo il primo periodo e’ aggiunto il seguente: «Per le spese sostenute dal 1° gennaio 2013 al 30 giugno 2013, fermi restando i valori massimi, le detrazioni spettano per una quota pari al 50 per cento delle spese stesse».

3. All’articolo 4, comma 4, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, l’ultimo periodo e’ soppresso; la presente disposizione si applica a decorrere dal 1° gennaio 2012”.


Gli interventi ammessi
  e le rispettive detrazioni (fonte: il Sole 24 Ore)
Riportiamo le detrazione per i diversi interventi agevolati. Dove indichiamo 36%-50% o 55%-50% la detrazione fiscale è quella in vigore quando vengono sostenute le spese. 

Antenne TV radio o satellitare: detrazione 36%-50%

Installazione nuovo ascensore: detrazione 36%-50%

Autoclave, installazione di nuovo impianto: detrazione 36%-50%

Interventi nel bagno, cambio piastrelle, sanitari e tubature: detrazione 36%-50%. Se si interviene solo su piastrelle o sanitari, nessuna detrazione

Costruzione o riparazione del balcone: detrazione 36%-50% per realizzazione o consolidamento

Sostituzione del boiler scalda-acqua: se il boiler elettrico viene sostituito con uno a gas, l’agevolazione è del 36%-50%; se viene sostituito con una pompa di calorecon coefficiente maggiore di 2,6, la detrazione è del 55% dal 1° gennaio 2012 fino a fine 2012, del 50% per i primi 6 mesi del 2013, del 36% dal 1° luglio 2013

Sostituzione dell’impianto caldaia: se la sostituzione è con modello a condensazione o pompe di calore a bassa entalpia e comprende termoregolazione dei caloriferi, la detrazione è del 55%-50%. In tutti gli altri casi, la detrazione è del 36%-50%

Sostituzione dei radiatori: solo se si sostituisce anche la caldaia, l’agevolazione è del 55%-50%

Isolamento di coperture o pareti: se si rispettano i requisiti di risparmio energetico (d.m. 11 marzo 2008, allegato B) la detrazione è del 55%-50%

Installazione di nuovo climatizzatore esterno: l’agevolazione è del 36%-50% sugli impianti che hanno la pompa di calore

Contabilizzazione delle valvole termostatiche e dei ripartitori di calore: la detrazione è del 55%-50% se la si accompagna alla sostituzione delle caldaia con modello a condensazione o pompe di calore. In tutti gli altri casi, la detrazione è del 36%-50%

Sostituzione delle finestre e degli infissi: la detrazione è del 55%-50% se le nuove finestre rispettano i requisiti di trasmittanza termica all’allegato B del d.m. 11 marzo 2012 e s migliorano le prestazioni energetiche della casa. Con doppi o tripli vetri la detrazione è del 36%-50%

Garage o box auto: se pertinenziale, la detrazione solo ed esclusivamente sulle spese giustificate dall’impresa di costruzione è del 36%-50%

Impianto elettrico: la detrazione è del 36%-50%

Rifacimento del lastrico solare o impermeabilizzazione: solo per la posa di materiale coibentanti che rispettano le caratteristiche di isolamento termico a norma, la detrazione è del 55%-50%. Per tutto il resto, la detrazione è del 36%-50%

Installazione di pannelli solari per l’acqua: la detrazione è del 55%-50% se l’impianto ha una garanzia di 5 anni ed è conforme alle UNI ENI 2945-76. Altrimenti, è del 36%-50%

Spostamento di una parete interna: la detrazione è del 36%-50%

Sostituzione di pavimenti interni: solo se l’intervento è contestuale a manutenzione straordinaria, la detrazione è del 36%-50%. Negli altri casi, si tratta di manutenzione ordinaria non agevolata

Installazione di una porta esterna blindata: la detrazione è del 36%-50%. Se la porta ha caratteristiche di trasmittanza all’allegato B del d.m. 11 marzo 2012 la detrazione è del 55%-50%

Ricostruzione di scale condominiali: la detrazione è del 36%-50%

Seminterrato: se viene recuperato e reso abitabile e se nel titolo abilitativo per i lavori è specificato che c’è un cambio d’uso, la detrazione è del 36%-50%

Soppalco interno: la detrazione (36%-50%) vale solo per quelli abitabili, non per i ripostigli

Sottotetto: se lo si recupera a fini abitativi senza creare una nuova unità abitativa, l’agevolazione è del 36%-50%

Tapparelle: le antifurto sono agevolate al 36%-50%, quelle elettriche hanno la stessa agevolazione se nella casa abita un disabile grave (articolo 3, comma 3, legge n. 104/1992)

Rifacimento totale o parziale del tetto: detrazione 36%-50% (anche solo per sostituire le tegole)


I tempi del Decreto

Il passaggio dal 36% al 50% è valido a partire dalla data di pubblicazione del Decreto Crescita in Gazzetta Ufficiale (cioè da ieri) e dura fino al 30 giugno 2013.
Il testo del decreto precisa che i lavori di installazione di impianti alimentati a fonti energetiche rinnovabili dovranno rispettare le normative vigenti. Il dubbio da chiarire è legato alla disposizione secondo cui “il proprietario deve acquisire idonea documentazione”, ma di cosa questo significhi non si sa molto di più di quanto già trapelato.

Fino al 31 dicembre 2012 non cambierà nulla: la detrazione del 55% per interventi di efficientamento e risparmio energetico segue le regole precedenti (tetto massimo di spesa, interventi agevolati, ecc.), tenendo presente che lo sconto è legato al rispetto del limite del 20% di risparmio ottenuto di energia primaria, secondo quanto stabilito dal d.lgs. 192/2005.

Il vero cambiamento per la detrazione 55% arriverà a partire dal 1° gennaio 2013: fino al 30 giugno 2013, il bonus scenderà al 50% e saranno modificate anche i tetti massimi di spesa detraibili.

Fonte: Ediltecnico

IMPORTANTE PROCEDERE CON ITER CORRETTO PER OTTENERE I CONTRIBUTI

IMPORTANTISSIMO PER TUTTI I TERREMOTATI: Per ottenere contributi per la ricostruzione è indispensabile aver ottenuto l'ordinanza a seguito del sopralluogo della protezione civile con la classificazione del grado di inagibilità, e FAR PREDISPORRE PERIZIA GIURATA dal Vs Tecnico che quantifichi i danni su base prezziario regionale, PRIMA DI EFFETTUARE LAVORI DI RIPRISTINO

Decreto Sviluppo Approvato

Approvato il Decreto Sviluppo
Abbiamo la conferma che il decreto legge Sviluppo è stato approvato dopo una riunione del Consiglio dei Ministri durata circa 5 ore. Un’innovazione che mira alla crescita e alla riduzione del peso dello Stato sull’economia nazionale.

Sono state presentate in maniera ufficiale delle misure di contenimento strutturale delle spese della Presidenza del Consiglio e del ministero dellEconomia. Gli interventi permetteranno di aggiungere in continuazione un nuovo tassello per un futuro migliore.

Le risorse dedicate al Decreto sviluppo saranno fino a 80 miliardi di euro, '40-45 arriveranno dai project bond e dalle misure per le pmi'', ha spiegato Passera, mentre altri ''30-35 miliardi'' dalle altre misure contenute nel provvedimento.

Tra le novità più interessanti per il settore edile, ricordiamo che sono state portate al 50% le detrazioni fiscali per i lavori di ristrutturazione edilizia e interventi di riqualificazione energetica. Entrambe le agevolazioni saranno valide fino al 30 giugno del 2013.

Casette in pronta consegna con spedizione prioritaria per le popolazioni colpite dal sisma in Emilia Romagna!

Fantastica casetta di legno con tecnologia BLOCKHOUSE spessore delle pareti da 45mm, con una dimensione esterna di di cm. 520x600. In abete nordico naturale non trattato, conta una divisione interna con tre stanze, un comodo soggiorno-cucina, una camera e un piccolo bagno. La veranda è inclusa. Ideale come casetta per campeggi o sistemazione temporanea per terremotati 

COSTO COMPESO TRASPORTO MONTAGGIO COPERTURA E LATTONERIA  € 7.500,00 

.

Varato il Decreto Sviluppo da 80 miliardi di euro

  18/06/2012


Il Bonus per le ristrutturazioni edilizie passerà dal 36% al 50%, con un tetto di spesa di 96mila euro ma solo fino al 30 giugno 2013, mentre scende dal 55 al 50% la detrazione per le spese sostenute a favore del Risparmio energetico. 
Sono quetse alcune delle norme approvate dal Decreto Sviluppo
di: Fonte AGI

   
 
 
 
 
Le coperture per gli 80 miliardi di euro arriveranno dall'armonizzazione del prelievo fiscale sulle polizze assicurative delle compagnie estere e dai tagli lineari alle amministrazioni centrali. 
Queste le misure 
FONDO PER LA CRESCITA: arriva il Fondo per la crescita sostenibile che abroga circa 43 forme di incentivi alle imprese. Si andranno a recuperare circa 650 milioni di euro nel 2012, piu' altri 200 milioni negli anni successivi. Disponibili anche le risorse del "Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca (FRI)" istituito presso la Cdp stimabili in circa 1,2 miliardi di euro. 

COPERTURA DA POLIZZE VITA E TAGLI LINEARI: le risorse arriveranno dall'armonizzazione del prelievo fiscale sulle polizze emesse da compagnie estere e italiane con l'estensione alle prime dell'obbligo del prelievo annuo a titolo di acconto dello 0,35% e dai tagli alle spese delle amministrazioni centrali. 

BONUS ASSUNZIONI: arriva il credito d'imposta del 35% per le nuove assunzioni a tempo indeterminato di personale altamente qualificato impiegato in attivita' di ricerca e sviluppo o in possesso di dottorato di ricerca senza vincoli sulle attivita' di impiego. Vincolo di trattenere il personale assunto per almeno 3 anni. Alla misura sono destinati 50 milioni all'anno della riscossione delle tasse sui diritti brevettuali. Il contributo potrebbe favorire oltre 4 mila nuove assunzioni. 

INCENTIVI OCCUPAZIONE GIOVANI NELLA GREEN ECONOMY:esteso il finanziamento agevolato previsto dal fondo Kyoto (su cui sono disponibili 470 milioni di euro) a soggetti pubblici e privati che operano in settori della Green Economy e assumono giovani a tempo indeterminato. 

BONUS RISTRUTTURAZIONI: il bonus per le ristrutturazioni edilizie sale dal 36 al 50% con un tetto di spesa di 96mila euro ma solo fino al 30 giugno 2013. 

BONUS ENERGIA: per le spese di riqualificazione energetica degli edifici sostenute dall'1 gennaio al 30 giugno 2013 la detrazione scende dal 55 al 50. 
Fino al 31 dicembre 2012 resta valida la detrazione pari al 55%. 




Alchem Studio Design & Liveability - Via Agnini n° 76, 41037 Mirandola (MO) - P.IVA : 03339260360 - Email: info@alchemstudio.com.